Decorrenza Termini Fattura Elettronica

Tutti ormai conosciamo la fatturazione elettronica ed i suoi esiti. Un caso specifico, quello delle fatture inviate alla Pubblica Amministrazione, può generare un esito ambiguo, la “Decorrenza Termini Fattura Elettronica PA”. 

Per capire tale esito è importante ricordarsi che la PA ha facoltà di accettare o rifiutare una fattura. Se la PA non comunica entro 15 giorni una risposta, tale esito ci indica che la fattura è stata consegnata ma che l’ente che l’ha ricevuta non ha comunicato l'accettazione o il rifiuto.
In questo caso, il Sistema di Interscambio invia la notifica di decorrenza termini, che viene inviata sia alla PA che al fornitore. 

La fattura elettronica viene considerata consegnata e il ciclo concluso ma ciò non significa che la fattura sia stata accettata e pertanto la PA potrà comunque rifiutarla obbligandovi in questo caso ad emettere nota di credito. 
L’emissione della Nota di Credito non è necessaria se il rifiuto avviene entro i 15 giorni, difatti nel caso di rifiuto entro i termini si ha la possibilità di modificare e rinviare direttamente la stessa fattura rifiutata.

Software gestionali/ERP come PrinTrace permettono in questo senso una comoda e veloce gestione della fatturazione elettronica e dei suoi esiti.
Nella lista fatture di PrinTrace un semaforo indicherà se la fattura è stata inviata, scartata, accettata, rifiutata, non consegnata e tutti gli altri esiti disponibili.